Matilde Politi - MONTI PELORITANI

  • Quando 25/05/2018 dalle 21:00 (Europe/Rome / UTC200)
  • Dove CLUB55 - Via Perugia 14 Pigneto (Roma)
  • Aggiungi un evento al calendario iCal

MAGGIO – *

Territorio: MONTI PELORITANI
ARTISTI: Matilde Politi

Nata a Palermo, laureata in Antropologia Culturale, facoltà di Sociologia, alla Sapienza di Roma nel 1999, lavora tra musica e teatro dal 1992. Matilde Politi canta e suona diversi strumenti (chitarra, fisarmonica, tamburello, percussioni, marranzano).

Gli studi musicali cominciano nel 1985 con lo studio del pianoforte e solfeggio, per passare poi da autodidatta allo studio della chitarra, della fisarmonica e del canto dal 1990.

Dal 2000 sceglie di dedicarsi principalmente al lavoro di ricerca sul repertorio di tradizione orale siciliano, ricerca che si allarga costantemente al riferimento alle musiche tradizionali di area mediterranea. Ha suonato in tante piazze grandi e piccole della Sicilia e d'Italia, partecipato a numerosi festival di musica popolare, anche all’estero (Spagna, Svizzera, Tunisia, Mali, Francia, Grecia, Paesi Bassi, Belgio, Germania, Canada), come interprete del canto monodico di tradizione orale siciliano, con la missione di riportare alla "popolarità" brani scomparsi dal paesaggio sonoro contemporaneo.

Fa parte dell’ensemble che accompagna il cantautore Guido Politi nei suoi concerti, nel ruolo di fisarmonicista e seconda voce: con Guido Politi porta nel 2007 in Svizzera (Locarno, Lucerna, Zurigo, Winterthur, Friburgo) e in Italia (Roma, Viareggio, Cantù, Lecco, Cremona, nonchè nel 2010 in Grecia, Athina, lo spettacolo “Canti e Raccunti.

Viaggio in Sicilia attraverso canti di popolo e canzone d’autore” (produzione: Associazione Sonaria/Regione Sicilia)

Nel 2010 partecipa come cantante al progetto “SIREN SONGS”, prodotto da Music World Series – The Netherlands (Amsteram, Rotterdam, L'Aia, Utrecht, Deventer, Middleharnis, Leiden) finalizzato alla creazione estemporanea musicale transculturale.

Collabora assiduamente con Simona Di Gregorio, in un repertorio di canti tradizionali polivocali siciliani, e con Clara Salvo, in un repertorio di canti tradizionali politici e storici con un attenzione specifica al tema dell’emigrazione e dell’immigrazione, canti d'amore, e relazione tra cucina tradizionale e musica siciliana.

Nel 2013, collabora alla realizzazione del documentario Nomuosfilm, regia di Enzo Rizzo, produzione Pragma Film, con la cantata no muos da lei composta a sostegno del movimento antimilitarista No Muos

Nel 2015 inizia la collaborazione con il musicista iraniano, residente in Canada, Kyia Tabassian, fondatore del gruppo Constantinople, e il musicista libanese Charbel Rouhana, dalla quale nasce il concerto sui poeti arabi siciliani, presentato a Palermo/Marsala/Panarea nel 2015 e a Montreal nel 2016, ancora in produzione.

Nel 2015 inizia la collaborazione con Alessandro Puglia, lavorando a un repertorio che dialoga musicalmente tra Sicilia e Grecia, principalmente, allargandosi alle tradizioni musicali di area turca, balcanica e mediorientale, con la produzione di un gruppo dal nome "A genti mistikì".

Nel 2015 inizia il percorso di produzione pluriennale per la messa in scena di un musical da lei scritto, diretto e interpretato, dal titolo “The Butterfly trial – Il Processo della Farfalla”, con il patrocinio del Comune di Palermo, presso i Cantieri della Zisa: la prima annualità ha portato alla messa in scena di un primo studio dal titolo “Blatterflai”, in scena 7/14/21 Febbraio 2016, con la partecipazione di 50 performer, professionisti e non, dopo un laboratorio gratuito multidisciplinare di 4 mesi.