Ravanatèra - ISOLA D’ELBA

  • Quando 02/06/2018 dalle 21:00 (Europe/Rome / UTC200)
  • Dove CLUB55 - Via Perugia 14 Pigneto (Roma)
  • Aggiungi un evento al calendario iCal

GIUGNO – sabato 2

Territorio: ISOLA D’ELBA
ARTISTI: Ravanatèra

Ravanatèra è un gruppo musicale nato nel 2017 all'Isola d'Elba da musicisti locali con l'intento di recuperare, riproporre e tramandare parte del patrimonio culturale della gente dell'Isola. Patrimonio che nei secoli si è fatto canto, filastrocca, narrazione orale, ma che come tale si è andato via via perdendo.

Le ricerche svolte da Sergio Rossi, giornalista elbano ed esperto di musiche popolari, sono di fondamentale importanza per la nascita e lo sviluppo del progetto.
Daniela Sorìa, fondatrice dei Ravanatèra, già nel 2010 aveva pubblicato un album da solista intitolato "lo scoglio verde", raccolta di stornelli elbani proposti nella loro forma originale. L'Isola d'Elba è luogo che ha vissuto nel corso della sua storia diverse dominazioni (fin dagli Etruschi, infatti, l'isola risultava interessante per la presenza di giacimenti ferrosi), fu per diversi secoli scalo per le incursioni piratesche ed è stata non poco toccata dalle vicende della seconda guerra mondiale, oltre che essere conosciuta nel mondo come terra d'esilio di Napoleone Bonaparte.

Ravanatèra è un gioco di parole che richiama l'atto dello scavare, appunto, per riscoprire nell'umile suolo le radici i segni della storia: storia di un quotidiano fatto molto spesso di fatica nei campi, in fonderia, in cava, in miniera e in mare a pescare e a navigare, ma anche di momenti di gioco, di scherzo, e d'amore. E' allora che "ravanando" nel passato torna alla luce quel giacimento culturale composto da diversi filoni di serenate, filastrocche pedagogiche, canti di impegno politico, stornelli, questue cantate, sberleffi da osteria.

Ciò che il gruppo intende trovare come testimonianza di tempi diversi, lo ripropone contaminandolo e arricchendolo di sonorità appartenenti anche ad altre culture musicali. Ecco allora l'utilizzo, oltre che dei tipici violino e chitarra ad accompagnare i canti, di strumenti storicamente atipici per questo territorio come il bouzouki e la darbouka: la presenza di tali strumenti è giustificabile dal fatto che sia i greci che gli spagnoli sono stati più che frequentatori dell'Elba. I primi, infatti, gli attribuirono il nome di "Aethalia" (ovvero "scintilla", ancora per il suo ferro), e i secondi ne dominarono la parte orientale per un secolo e mezzo. Con quasi un anno di vita, il gruppo ha presentato il suo spettacolo in alcune piazze elbane riscontrando il consenso del pubblico e ha partecipato ad una puntata del programma televisivo "sereno variabile".

  • Daniela Sorìa – voce
  • Francesco Porro - voce e chitarra classica
  • Massimo Galli- chitarra elettroacustica e bozouki
  • Sofia Astarìta – violino
  • Alessandro Balestrini – percussioni
  • Sergio Rossi - ricerche ed elaborazione testi

sito internet : http://www.facebook.com/Ravanatèra-canzoniere-disole-992360240897583/