Sara Marini

  • Quando 09/02/2019 dalle 21:00 (Europe/Rome / UTC100)
  • Dove CLUB55 - Via Perugia 14 Pigneto (Roma)
  • Aggiungi un evento al calendario iCal

“Estinte Voci” è il titolo che la cantante umbro-sarda Sara Marini sceglie per presentare questo progetto di canzoni quasi completamente centrato sulle lingue “in via d'estinzione” della nostra penisola. Dai canti carnici e occitani del nord Italia a quelli grecanici e in griko della Calabria e del Salento dove troveremo canti d'amore, legati al corteggiamento, pieni di malizia. Insieme a questo corpo di canzoni, che costituisce l'ossatura principale dello spettacolo, Sara Marini, propone alcune rielaborazioni di brani classici più conosciuti, sempre legati alla tradizione popolare e presenterà alcune canzoni originali, che anticiperanno il suono nuovo lavoro discografico. Un viaggio nell’Italia dei canti perduti, che la Marini recupera con un lavoro di attenta ricerca e ripropone in una chiave attualizzata accompagnata dal chitarrista Paolo Ceccarelli (chitarrista ultimo tour Mannarino) e da Goffredo Degli Esposti (Micrologus Ensemble) ai flauti, ciaramelle e zampogna.

sara-marini-1.jpeg

  • Sara Marini - voce, chitarra
  • Paolo Ceccarelli - chitarra classica, mandola
  • Goffredo Degli Esposti - flauti etnici, flauto tamburo, zampogna
  • Francesco Savoretti - percussioni etniche

Biografia:

Sara Marini cantante interprete umbro sarda, appassionata ricercatrice e studiosa delle tradizioni italiane e del mondo, si forma come cantante, inizialmente con studi privati e seguendo diversi seminari con Maestri come Francesca Breschi e Bruno de Franceschi, successivamente anche come musicista e didatta presso l’Accademia Percentomusica di Roma diretta da Massimo Moriconi. Si dedica allo studio del canto tradizionale italiano sotto la preziosa guida di Giovanna Marini partecipando anche a viaggi di ricerca. Studia e collabora con artisti tra i più rinomati del panorama popolare italiano quali Elena Ledda, Simonetta Soro, Nando Citarella, Goffredo degli Esposti. Nel 2011 riceve una targa di riconoscimento come espressione del territorio della Provincia di Perugia per l’eccellente esibizione all’interno del Festival Scheggia Acustica. Finalista del premio Andrea Parodi nel 2013 concorso internazionale di World Music. Ha all’attivo il suo progetto discografico “Decantoincanto alla terra donata non si guarda in bocca” e “Canta Perugia” progetto di testi attuali in dialetto su musiche tradizionali Umbre. È tra le protagoniste del progetto discografico “Yayla Musiche Ospitali” in collaborazione con il Centro Astalli, prodotto da Appaloosa Record in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato. È attualmente impegnata in vari ensemble dove interpreta musica popolare di diversa provenienza.

sara-marini-2.jpeg